FINESTRE, il corto girato durante il lockdown in Sicilia

Ispirato alle letture e ai temi del Re Lear, la tragedia in cinque atti di William Shakespeare, FINESTRE è il corto del regista e drammaturgo Orazio Condorelli e del documentarista Mauro Maugeri girato in Sicilia durante il lockdown.

L’intero cortometraggio, nato dalla necessità di non interrompere il loro lavoro creativo durante il periodo più difficile della crisi sanitaria, è stato girato con gli smartphone degli autori coinvolti che, non potendo lasciare le loro case, hanno ripreso i paesaggi circostanti, tra bellissime vedute marine, terrazze, giardini, sale da pranzo e camere da letto.
La parola, invece, è stata lasciati a familiari e conviventi che hanno accompagnato le immagini di un tempo che è passato lento, con il racconto dei propri ricordi, esperienze, aneddoti e pensieri.
Le voci di bambini, anziani e giovani donne e uomini si sono mischiate ad immagini sospese, calme e delicate.

Il corto è stato presentato lo scorso 6 giugno durante una diretta Instagram, solo due giorni prima che in Sicilia venissero riaperti cinema e teatri all’aperto, a sottolineare come nonostante tutto l’arte non si sia lasciata intimidire da una situazione che ha cambiato la nostra quotidianità.

FINESTRE, il corto girato durante il lockdown in Sicilia
Close