La collezione Haute Couture di Dior diventa un film di Garrone

Leggiadri, eleganti, sontuosi, delicati e femminili. Gli abiti della collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2020-2021 di Dior sono semplicemente perfetti e la loro perfezione necessitava una presentazione all’altezza.

Durante i mesi di lockdown, Maria Grazia Chiuri ha pensato a un’alternativa alle tradizionali sfilate – cancellate a causa della pandemia – che riuscisse a lasciare in egual modo stupiti e senza fiato. È nato così Le Mythe Dior un film di 14 minuti in cui i capi della collezione e la loro essenza diventano i protagonisti di una favola bucolica e surreale diretta da Matteo Garrone.

Nell’atelier Dior, le sarte sono intente a preparare dei piccoli modelli degli abiti che, una volta pronti, intraprenderanno un viaggio in un mondo incantato, popolato da sirene, ninfe, fauni, trasportati all’interno di un baule che riproduce in scala il famoso palazzo di Avenue Montaigne di Parigi.
L’idea del viaggio è un chiaro rimando al Théâtre de la mode, lo spettacolo itinerante che durante il Dopoguerra aveva come obiettivo quello di presentare nelle principali città europee, come Parigi e Londra, ma anche negli Stati Uniti, le nuove creazioni dell’haute couture francese.

Le Mythe Dior non è solo un omaggio alla storia della Maison, ma anche un’omaggio all’arte, alla bellezza femminile e alla donna vista come musa che non solo ispira l’arte, ma è lei stessa un’opera d’arte da ammirare.

“Le immagini surrealiste riescono a rendere visibile quello che di per sé è invisibile. Sono incuriosita dal mistero e dal magico, che offrono anche un modo per esorcizzare la morte e l’incertezza del futuro”  – Maria Grazia Chiuri.

Scopri qui tutti i dettagli e l’intera collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2020-2021 di Dior.

La collezione Haute Couture di Dior diventa un film di Garrone
Close