Jordan X Quai 54: le miglior sneakers di questi anni

Jordan X Quai 54: le miglior sneakers di questi anni

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Style

Abbiamo pubblicato ieri un articolo in cui vi spiegavamo cosa fosse il Quai 54, com’è nato e quale fosse la sua storia. Vi abbiamo detto che nasce nel 2003 e dal 2006 Jordan Brand s’interessa al tournament diventando sponsor ufficiale, facendo nascere una vera e propria mini collezione dedicata ai giocatori e appassionati. Ogni anno da allora abbiamo visto passarci davanti, una dietro l’altra, alcune delle migliori Jordan sneakers mai realizzate.

Ogni sneakerhead o giocatore di basket che si rispetti, all’avvicinarsi della release, che avviene nel periodo dell’evento, deve riuscire ad accaparrarsela per forza. Le caratteristiche principali di ogni modello sono il doppio logo – Quai54 o il Jumpman o entrambi –  o solo quello del torneo, i colori unici e/o texture particolari e sgargianti.

Purtroppo, per i comuni mortali, ogni release è accompagnata da una serie di paia Friends & Family – accessibili solo ad una cerchia ristrettissima che gira intorno all’organizzazione o a personaggi importanti – che di solito si distingue da quella basic per colorazione e dettagli.

Ecco un elenco delle più belle sneakers, per essere politically correct e non attirare contestazioni, secondo noi.

AJF V Wine and Grind (2008) (Europe only)

Delle “Wine” Air Jordan Force 5 Fusion ne furono prodotti solo 170 paia che vennero rilasciati solo nei negozi Opium e Collete di Parigi. Le scarpe sono caratterizzate dal colore “Wine” con inserti “Grind”, da qui il nome, oltre che da una miscela di materiali pregiati.

Jordan 1 Retro Quai 54 Ruff N Tuff (2009)

La scarpa presenta una tomaia in pelle invecchiata in laser-blue con swoosh e lacci neri, e intersuola bianca punteggiata di nero. Tra gli altri dettagli, le cuciture bianche a contrasto, una speciale etichetta “Quai 54” sulla linguetta e la fodera zebrata, motivo che si ripete anzhe sotto la suola trasparent.

Jordan 9 Retro Quai 54 (2011)

Stessi dettagli e materiali della F&F ma in colorazione bianca. Tomaia bianca in pelle martellata con accenni neri e verdi e il branding Q54 sul tallone, che riprende l’intersuola nera e la suola verde semitrasparente. Le sneakers erano in vendita solo da Footlocker Europe e House of Hoops e, in quantità limitatissima e su estrazione, presso lo store Nike di Harajuku, in Giappone. Venne realizzata anche una versione F&F in colorazione nera.

Jordan 13 Retro Low Quai 54 (2015)

Presenta una grafica intricata intorno all’intersuola che imita i progetti della Torre Eiffel per darle un po’ di sapore francese. 

Nike Air Force 1 High Quai 54 (2015)

Fa parte dello stesso pack della precedende. L’edizione “Quai 54” della Nike Air Force 1 High ha una base grafica stampata all-over che ha un effetto estetico iridescente controbilanciato da una Nike Swoosh cangiante, intersuola bianca e suola ice traslucida. La mappa di Parigi è stampata sulla tomaia e la suola in nero su tessuto “translucent” e reflective.

Air Foamposite One F&F Quai 54 (2015)

Il logo della pallacanestro Quai 54 è ripetuto in tutta la scarpa con il logo Quai sulla tounge, sui passalacci e sull’heel.

Jordan 2 Retro Quai 54 (2016)

La sneaker è completata da lacci coordinati, la suola è bianca e la tomaia è interamente in pelle color avorio. I dettagli sull’heel, del logo e del lace system, sono in oro. La suola è traslucida come quasi tutte le release della collaborazione.

Air Force 1 Low Flyknit Quai 54 (2016)

Vanta un design molto elegante. Il morbido Flyknit è completato da profili in pelle nera. Questo colpisce lo Swoosh e la linguetta della tongue, così come l’overlay del tallone. A differenza di altri modelli della AF1 Flyknit, questa coppia non opta per una suola traslucida. Invece, mantiene l’aspetto semplice con una fresca tonalità di bianco. Infine, il marchio oro è impresso sull’heel.

Air Jordan 1 Retro High OG Quai 54 (2017)

La maggior parte della tomaia della scarpa è rivestita in nero, mentre gli accenti “Italy Blue” evidenziano la scarpa sinistra sulla caviglia, il logo Quai 54 è sulla tongue, sui lacci e la suola esterna. La scarpa destra è in University Red e ha le stesse caratteristiche della sua gemella. Il colore del logo sulla linguetta è invertito – rosso per la nera/blu, blu per la nera/rossa.

Air Jordan 1 Retro High OG F&F Quai 54 (2017)

La scarpa è caratterizzata da un’alternanza di tomaie in pelle scamosciata e pelle semplice che separano le pareti mediale e laterale della scarpa al centro. La tongue segue lo stesso principio della sorella realizzata per la general release.

Air Jordan 3 Quai 54 (2018)

È dotata di una tomaia completamente nera, gli occhielli dei lacci sono in verde, blu e rosa fluo. I dettagli di finitura includono la stampa “elephant” in nero sulla punta e sul tallone e la suola esterna è traslucida, ice blue, con dettagli dello stesso colore degli occhielli.

Air Jordan 3 Quai 54 F&F (2018)

Stessi dettagli e caratteristiche della sorella ma con tomaia completamente bianca.

Air Jordan 8 Retro Quai 54 (2019)

Air Jordan 8 Retro segna il 15° Anniversario del torneo. La tomaia nera in camoscio e mesh, le fibbie traslucide trasparenti e suola ice. Sulla tongue il logo multicolour – verde, giallo, blu, bianco e rosso – in ciniglia con Jumpman ricamato. Sulla caviglia e sull’heel le grafiche che rappresentano il torneo di quest’anno.

Jordan 1 Mid Quai 54 (2019)

AJ1 Mid con base in pelle bianca e nera cambia la swoosh facendolo diventare più piccolo, nero e traslucido, una patch di ciniglia ispida con il logo del Quai 54 è cucita sulla tongue. Sul collo sopra l’heel si dividono i quattro colori scelti per quest’anno. La scarpa sinistra alterna giallo/verde e la scarpa destra in rosso/blu. 

Testo di Elisa Scotti

Jordan X Quai 54: le miglior sneakers di questi anni
Style
Jordan X Quai 54: le miglior sneakers di questi anni
Jordan X Quai 54: le miglior sneakers di questi anni
1 · 17
2 · 17
3 · 17
4 · 17
5 · 17
6 · 17
7 · 17
8 · 17
9 · 17
10 · 17
11 · 17
12 · 17
13 · 17
14 · 17
15 · 17
16 · 17
17 · 17
The North Face e National Geographic collaborano di nuovo

The North Face e National Geographic collaborano di nuovo

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Style

The North Face insieme a National Geographic sta lavorando, di nuovo, a capi d’abbigliamento riutilizzando contenitori di plastica, provenienti da tre parchi nazionali statunitensi: Great Smoky Mountains, Yosemite e Grand Teton.

Come per la scorsa collezione, risalente al 2018, il brand ha ideato delle tee, long sleeve e felpe che recitano la scritta “Waste is Over”. La mission è quella di contribuire alla riduzione dei rifiuti in plastica presenti sul suolo terrestre, d’altro canto c’è la volontà di portare avanti una manovra di sensibilizzazione per indurre le persone a riciclare.

“Oltre 8 miliardi di tonnellate di plastica sono stati prodotti dal 1950 e quel numero è destinato a incrementare fino a 34 miliardi di tonnellate entro il 2050. Nel 2015 si stima che solo il 9% di plastica è stata indirizzata verso il riciclo. Il mondo sta combattendo contro una crisi da plastica monouso e questo è il tempo di agire”.

Inoltre The North Face, per ogni prodotto venduto della linea, devolverà un dollaro alla National Park Foundation, per sostenere progetti dedicati alla sostenibilità.

Testo di Elisa Scotti

The North Face e National Geographic collaborano di nuovo
Style
The North Face e National Geographic collaborano di nuovo
The North Face e National Geographic collaborano di nuovo
1 · 7
2 · 7
3 · 7
4 · 7
5 · 7
6 · 7
7 · 7
Ecco la nuova capsule collection di Levi’s dedicata a Stranger Things

Ecco la nuova capsule collection di Levi’s dedicata a Stranger Things

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Style

In vista dell’ uscita della nuova stagione di Stranger Things il 4 luglio, tanti sono i brand che hanno deciso di cavalcare l’onda e realizzare una capsule collection dedicata a una delle serie TV più seguite di sempre. Questa volta tocca a Levi’s che ha rispolverato il suo archivio e realizzato dei capi in perfetta estetica anni ‘80.

La nuova serie le puntante sono ambientate nel 1985. In quegli anni Levi’s era una vero riferimento per la moda e per lo stile casual, proprio come oggi. È stato così deciso di ricreare fedelmente i capi dell’epoca ma con l’influenza del “sottosopra”. La collaborazione nasce dai designer di Levi’s e i costumisti della serie Netflix.

Saranno presenti delle felpe con cappuccio, t-shirt con grafiche e – ovviamente – capi in denim con stampe dei personaggi del telefilm. Undici e Dustin indosseranno capi e accessori creati appositamente per loro dal team di Levi’s.

Una capsule perfetta per tutti gli appassionati. La nostra preferita è la t-shirt con i fulmini in rosso e il logo Levi’s in stile Stranger Things. Tutti i pezzi di Levi’s x Stranger Things saranno venduti in autunno, online sul sito e a Milano presso il nuovo Levi’s store di via Orefici 13.

Testo di Elisa Scotti

Ecco la nuova capsule collection di Levi’s dedicata a Stranger Things
Style
Ecco la nuova capsule collection di Levi’s dedicata a Stranger Things
Ecco la nuova capsule collection di Levi’s dedicata a Stranger Things
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Vault by Vans x Frida Kahlo, tre nuovi modelli ispirati all’artista.

Vault by Vans x Frida Kahlo, tre nuovi modelli ispirati all’artista.

Giulia Guido · 8 mesi fa · Style

Se c’è una figura storica che è diventata simbolo della battaglia femminista quella è Frida Kahlo ed è proprio per la sua importanza come donna, ma anche per il ruolo della sua arte che Vault by Vans ha deciso di dedicarle una collezione. 

Vault by Vans x Frida Kahlo rivisita tre iconici modelli, adattandoli allo stile dell’artista messicana, senza ovviamente dimenticare i suoi intramontabili ritratti. 

Il primo modello della collezione è una OG Sk8-Hi LX dai toni verdi e presenta la stampa di un suo autoritratto. La seconda scarpa è una rivisitazione della OG Authentic LX con stampa e dettagli ricamati. A chiudere troviamo una OG Slip-On LX, una vera e propria celebrazione dell’Autoritratto con collana di spine e colibrì del 1940. 

Vault by Vans x Frida Kahlo sarà disponibile dal 29 giugno nei rivenditori selezionati. Scopri tutti i dettagli sul sito

Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo | Collater.al
Vault by Vans x Frida Kahlo, tre nuovi modelli ispirati all’artista.
Style
Vault by Vans x Frida Kahlo, tre nuovi modelli ispirati all’artista.
Vault by Vans x Frida Kahlo, tre nuovi modelli ispirati all’artista.
1 · 10
2 · 10
3 · 10
4 · 10
5 · 10
6 · 10
7 · 10
8 · 10
9 · 10
10 · 10
La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale

La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale

Collater.al Contributors · 8 mesi fa · Style

Nike rende omaggio a uno dei primi disegni di Tinker Hatfield per l’Air Max 1 Tinker “Sketch”. Il paio ha come nucleo il fai-da-te, portato dalla carta alla vita reale, con un’attenta scelta di materiali.
Con questa silhouette nel 1987, il designer fissò nella storia il traguardo dell’innovazione per la label.
Questa volta è stata realizzata con una base in rete bianca e suede ruvido con un “parafango” colorato da un segno “sketchato” in classico Gym Red. La loro particolarità è data anche da delle note scritte a mano, che caratterizzano l’intera scarpa, insieme alla scritta “SKETCH, PROPERTY OF NIKE, NOT FOR RESALE” nascosta sulla fodera interna.
Anche la linguetta riporta, nello stesso stile scarabocchiato, il logo.

La firma del designer si trova sulla scarpa sinistra, sul tallone, mentre nella destra c’è il logo “Nike Air” ricamato. La suola ci rivela gli schizzi del disegno originale che danno il tocco finale a questa icona che viene rivisitata ancora una volta, ma in edizione ancora più limitata del solito.
Ad aggiunge il tocco finale la suola traslucida che rivela le linee degli schizzi.

La scarpa è una lettera d’amore al momento in cui tutto iniziò. Sarà in uscita in occasione dell’ Indipendence Day il 4 luglio.

Testo di Elisa Scotti

La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale
Style
La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale
La nuova Air Max 1, da uno sketch su carta alla vita reale
1 · 1