House Of The Infinite, la perfetta casa sulla spiaggia

House Of The Infinite, la perfetta casa sulla spiaggia

Giulia Guido · 5 mesi fa · Architecture

È un progetto di qualche anno fa, quello della House Of The Infinite, la casa sulla saggia di Cadice progettata dall’architetto Alberto Campo Baeza. Si tratta di qualcosa di più di una semplice casa al mare, è un monumento a tutti ciò che c’era lì prima e, soprattutto, all’immensità dell’Oceano Atlantico che si staglia davanti ad essa. 

House Of The Infinite è un enorme parallelepipedo (20m x 36m) di travertino, omaggio agli antichi romani che abitavano questa zona e di cui, qualche volta si trovano dei resti e delle tracce, che è stato costruito scavando direttamente nella roccia. 

House of the Infinite | Collater.al

La casa si compone di tre livelli, i primi due sono piani chiusi che ospitano la zona giorno e la zona notte, entrambe fornite di ampie vetrate che danno sulla spiaggia, grazie alle quali la luce naturale può essere sfruttata al massimo. 

Ma è il terzo livello ad aver consacrato House Of The Infinite il progetto più azzardato dell’architetto e del suo studio. Sto parlando della terrazza, della stessa superficie della casa, che sovrasta l’intera struttura e che si estende quasi all’infinito verso l’oceano. La terrazza è chiusa sul lato posteriore, in modo tale da proteggere dai forti venti che arrivano dall’interno, mentre è totalmente sprovvisto di ringhiere o protezioni sulla parte anteriore. 

L’intera casa, che si confonde con i colori della spiaggia, è stata pensata come un pontile minimale e spoglio che collegasse la terra e il mare

House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House of the Infinite | Collater.al
House Of The Infinite, la perfetta casa sulla spiaggia
Architecture
House Of The Infinite, la perfetta casa sulla spiaggia
House Of The Infinite, la perfetta casa sulla spiaggia
1 · 19
House of the Infinite | Collater.al 7
2 · 19
House of the Infinite | Collater.al
3 · 19
House of the Infinite | Collater.al 2
4 · 19
House of the Infinite | Collater.al 3
5 · 19
House of the Infinite | Collater.al 4
6 · 19
House of the Infinite | Collater.al 5
7 · 19
House of the Infinite | Collater.al 6
8 · 19
House of the Infinite | Collater.al 8
9 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9
10 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9a
11 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9b
12 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9c
13 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9d
14 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9h
15 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9e
16 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9i
17 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9f
18 · 19
House of the Infinite | Collater.al 9g
19 · 19
House of the Infinite | Collater.al
disquss comments here!
Homepage P01 Mobile
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi

Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi

Collater.al Contributors · 5 mesi fa · Installation

Si è appena conclusa la Milano Fashion Week Spring Summer 2019/2020 e, tra gli show delle grandi maison, siamo rimasti piacevolmente colpiti da quello di Marcelo Burlon County of Milan.
Prima di spiegarvi cosa ha attirato la nostra attenzione, vogliamo fare un premessa raccontandovi cosa ha spinto lo stilista a ideare una sfilata come quella che abbiamo visto.

In un periodo in Italia in cui il tema dell’immigrazione è molto sensibile ha detto: “Stiamo vivendo un momento molto strano in Italia. Stanno chiudendo i porti. Non vogliono che la gente venga qui dall’Africa. Non vogliono gli immigrati e hanno paura della diversità”. Come tutti sappiamo anche Burlon è immigrato da genitori immigrati, nato in Argentina e venuto in Italia all’età di 13 anni. Ha aggiunto: “stiamo anche incoraggiando i bambini che seguono il marchio a votare[…]in questo piccolo mondo della moda cerchiamo di essere attivisti”.
La maggior parte dei modelli che hanno preso parte alla sfilata, erano italiani di prima generazione di origine africana. Alla fine dello show Marcelo ha varcato la passerella innalzando il pugno al cielo, inviando un messaggio molto forte.

Da qui la collaborazione con Edoardo Tresoldi – artista, scultore e set designer – famoso per le sue installazioni realizzate con reti metalliche. Per l’occasione ha realizzato una cattedrale sospesa a soffitto ma che nei proiettori assomigliava a un ologramma 3D renderizzato. La relativa costruzione era scomposta in sezioni verticali, per generare l’impressione di una moltitudine di porte attraverso le quali tutti sono i benvenuti. Alla base delle luci che cambiavano colore ad intermittenza, erano proiettate verso il soffitto ed incontravano la rete metallica bianca che si colorava di conseguenza.

Presente al fashion show, la consueta schiera di personaggi della musica e della moda e la partecipazione di 300 bambini locali che hanno potuto partecipare facendo domanda online tramite un raffle. Indossavano tutti le tee con le ali di rappresentanza di County of Milan.

Testo di Elisa Scotti

Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi
Installation
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi
1 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collateral
2 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collateral
3 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 4
4 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 5
5 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 6
6 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 7
7 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 8
8 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 4
9 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 5
10 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 6
11 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 7
12 · 12
Marcelo Burlon sfila sotto la creazione di Edoardo Tresoldi | Collater.al 8
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa

Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa

Giulia Pacciardi · 5 mesi fa · Accessories

Il Dipartimento Moda dell’Accademia di Anversa, fondato nel 1963, è una culla di talenti devoti all’innovazione e alla ricerca venuta alla ribalta grazie ai Sei di Anversa.
Dirk Van Saene, Dries Van Noten, Ann Demeulemeester, Marina Yee, Dirk Bikkembergs e Walter Van Beirendonck, oggi alla guida del dipartimento, sono stati solo gli apripista di una realtà che continua a dare vita a firme del calibro di Demna Gvasalia, Kris Van Assche, Haider Ackermann e Peter Pilotto.

In questo hub creativo si inserisce anche KOMONO, brand fondato da Raf Maes e Anton Janssens, che in partnership con la Royal Academy, ha collaborato con alcuni studenti Master per la creazione di una Capsule Collection innovativa e rivoluzionaria.

Tutti i modelli di occhiali, nati durante dei workshop dedicati, sono stati realizzati dagli studenti in totale libertà concentrandosi in particolar modo su forme, combinazioni di colori e trattamento dei materiali.

Scopri l’intera collezione qui.

Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa
Accessories
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa
1 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al cover
2 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 1
3 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 2
4 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 3
5 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 4
6 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 5
7 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 6
8 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 7
9 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 8
10 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 9
11 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 10
12 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 11
13 · 13
Komono collabora con la Royal Academy of Antwerp per una collezione innovativa | Collater.al 12
Paris Air Show: costruito con i LEGO il jet “X Wing” di Star Wars

Paris Air Show: costruito con i LEGO il jet “X Wing” di Star Wars

Collater.al Contributors · 5 mesi fa · Culture

Il Paris Air Show è la fiera più grande al mondo dedicata all’industria aerospaziale che quest’anno si fa ancora più maestosa grazie alla partecipazione del caccia spaziale X-Wing di LEGO.

Alla volta della Bugatti Chiron dell’edizione del 2018, che era anche perfettamente funzionante, il colosso ha costruito il jet da caccia Rebel visto per la prima volta in Star Wars: Episode IV – A New Hope. 2.500 ore di lavoro, 10 metri di lunghezza, 9 di largezza del peso di 3 tonnellate. È composto da 1.584.000 mattoncini LEGO e ci sono voluti 3 mesi per completarlo.

Paris Air Show: costruito con i Lego il jet "X-Wing" di Star Wars | Collater.al

LEGO Star Wars X-Wing Rebel farà il suo debutto al Paris Air Show 2019 da oggi al 23 giugno. I fan dei mattoncini che si trovano nei paraggi o che muoiono dalla voglia di vedere questo mega giocattolo – perchè questa volta non è funzionante a differenza della Bugatti – non potranno perdere quest’occasione.

Articolo di Elisa Scotti.

Paris Air Show: costruito con i LEGO il jet “X Wing” di Star Wars
Culture
Paris Air Show: costruito con i LEGO il jet “X Wing” di Star Wars
Paris Air Show: costruito con i LEGO il jet “X Wing” di Star Wars
1 · 1
Paris Air Show, costruito con i Lego il jet Rebel di Star Wars Collateral