Colors, il nuovo album di Beck

Colors, il nuovo album di Beck

Buddy · 3 anni fa · Music

Dopo tre anni da Morning Phase, Beck è tornato con Colors un album ultrapop, dalle sonorità electro con contaminazioni funk e rock. Un lavoro fresco e che al primo ascolto sembra funzionare come un orologio svizzero.

L’album si presenta seducente già dalla cover customizzabile realizzata dai designer Jimmy Turrell e Steve Stacey. Suoni, riferimenti, intuizioni, come colori e pattern. Un album che sembra una castello fatto con mattoncini lego, giocoso e pop in ogni accezione: orecchiabile, colorato, ibrido.

Un album che gioca a citare tanto Bruno Mars, quanto i Police e i Weezer.

Canzoni esplosive, perfette nella forma e nella confezione, messe in fila esattamente come dovrebbero, e il cui unico difetto potrebbe essere quello di funzionare al primo ascolto ma lasciarti freddo. Come se Beck avesse passato gli ultimi tre anni a costruirle in modo ossessivo, bilanciando ogni suono ma perdendo di vista la carica emotiva. E forse anche la capacità di anticipare e andare oltre i generi.

Non sarà facile tirare fuori la perfezione dopo 13 album e 30 di carriera.

Buon ascolto.

Colors, il nuovo album di Beck Hansen aka Beck | Collater.al

Colors, il nuovo album di Beck
Music
Colors, il nuovo album di Beck
Colors, il nuovo album di Beck
1 · 2
2 · 2
Il favoloso omaggio all’Italia di Mario Testino

Il favoloso omaggio all’Italia di Mario Testino

Andrea Tuzio · 6 giorni fa · Style

Una leggenda. 
Uno dei più importanti e influenti fotografi di moda della nostra epoca.
Mario Testino ha voluto rendere omaggio al nostro paese dimostrando tutto il suo amore per Italia, con un libro dal titolo semplice e immediato: Ciao!

Edito da Taschen, con il contributo di Alain Elkan, il coffee table book in versione extralarge è una splendida ode all’Italia, paese in cui sono radicate le origini di Testino. 
Nato a Lima nel 1954 da padre italiano e madre irlandese, primo di sei figli, ha ricevuto un’educazione ferrea e cattolica, in giovane età pensava di abbracciare la vita ecclesiastica.
Si trasferisce prima in Brasile e poi nel 1976 va a Londra per studiare fotografia dove svolge il suo apprendistato presso gli studi di John Vickers e Paul Nugent. All’epoca viveva in un piano di un ospedale convertito in abitazione, non aveva un soldo e per finanziarsi faceva il cameriere e si tinse i capelli di rosa.
Londra e, prima ancora, la sua adolescenza brasiliana gli hanno permesso di liberarsi di tutte quelle restrizioni mentali che in Perù sentiva come opprimenti, regalandogli la libertà intellettuale e aiutandolo a plasmare il suo linguaggio fotografico.

“Mio nonno era nato a Lavagna, che è una piccola cittadina sul golfo del Tigullio, a pochi minuti di macchina da Portofino. Purtroppo non ho potuto trascorrere molto tempo con lui, perché morì quando ero ancora un bambino. Ma l’immagine di quest’uomo forte ed elegante, dai capelli bianchissimi, è rimasta impressa nella mia memoria. Si trasferì in Sudamerica quando aveva diciott’anni. Ed è per questo che io e mio padre siamo nati in Perù. Da ragazzo poi, sono riuscito a ottenere il passaporto italiano. E credo sia stato questo a permettermi di diventare fotografo e fare la carriera che ho fatto”

Queste le parole dell’artista nella prefazione del libro pubblicato in sole 100 copie autografate, 140 scatti inediti suddivisi in tre capitoli: “In giro”, “Alla moda” e “Al mare”. L’immensa bellezza del nostro paese e dei suoi abitanti immortalata ed esaltata da colori accesi e vivi e dalla nostalgia che il bianco e nero sa regalare. 
Le sfilate di moda, le feste religiose del sud Italia, i mosaici della piscina romana del Foro Italico, Valentino con Elle Macpherson e Claudia Schiffer, uomini che giocano a carte, Franca Sozzani insieme a Dolce & Gabbana a una giovane e bellissima Monica Bellucci, spiagge assolate piene di persone, eleganti palazzi e interni popolari, insomma, l’Italia! 

“Lentamente, ma con grande determinazione, il vostro Paese ha conquistato gran parte della mia vita e del mio cuore ed è diventato il luogo ideale dell’apprendimento. Attraverso tutti i sensi, nessuno escluso”

Sin dal 1983, anno in cui su Vogue apparve il suo primo lavoro, Mario Testino è stato osannato e venerato. I suoi scatti hanno ridefinito i canoni dell’estetica fotografica legata alla moda ponendo l’asticella del suo lavoro più in alto di tutte le altre.

Il favoloso omaggio all’Italia di Mario Testino
Style
Il favoloso omaggio all’Italia di Mario Testino
Il favoloso omaggio all’Italia di Mario Testino
1 · 13
2 · 13
3 · 13
4 · 13
5 · 13
6 · 13
7 · 13
8 · 13
9 · 13
10 · 13
11 · 13
12 · 13
13 · 13
Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS

Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS

Andrea Tuzio · 6 giorni fa · Style

Dopo 13 anni dalla sua prima release, la Mizuno Wave Rider 10 torna e lo fa attraverso una collaborazione con l’iconica boutique BEAMS, come a voler sottolineare in maniera ancora più forte l’identità giapponese del brand. 

La Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS presenta un’estetica di ispirazione militare che si mescola alla perfezione con il design outdoor e con il classico colore “bright orange” che caratterizza da sempre BEAMS.

L’anima giapponese della silhouette riflette il patrimonio del brand che si fonde con un’estetica contemporanea: materiali in nylon, pelle liscia e le sfumature color tortora, mettono in forte evidenza gli elementi 3M.
L’etichetta a linguetta oversize è in gomma, mentre il logo Mizuno sulla tomaia è una sovrapposizione traslucida in nylon che richiama ancora il tema militare. Completano il design outdoor due set di lacci tubolari e una sole unit tecnica grazie a un sistema di ammortizzazione che garantisce una transizione fluida nel movimento.

Il Giappone è costruito sul costante accostamento tra il rispetto per il passato e la tradizione e l’instancabile desiderio di progresso tecnologico, la sneaker riflette in maniera perfetta questo equilibrio: il retaggio della tradizione e la ricerca di una nuova prospettiva.

La Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS sarà disponibile in esclusiva in occasione dell’apertura del nuovo store di BEAMS JAPAN a Kyoto il 20 maggio, mentre la release worldwide è fissata per il 23

Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS
Style
Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS
Mizuno Wave Rider 10 x BEAMS
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Gucci The Ritual, la campagna Fall/Winter 2020 2021 di Gucci

Gucci The Ritual, la campagna Fall/Winter 2020 2021 di Gucci

Andrea Tuzio · 5 giorni fa · Style

“L’immaginazione al potere” disse Herbert Marcuse, ed è proprio l’immaginazione il punto di partenza della nuova campagna Gucci per questa FW20
Uno stravolgimento dello status quo, Alessandro Michele – Direttore Creativo del brand – ha rovesciato i canoni della comunicazione con “Gucci The Ritual”, la prima campagna DIY di Gucci.

“Ho deciso di far viaggiare i vestiti verso le case delle ragazze e dei ragazzi che solitamente popolano le mie campagne. Ho immaginato che la magia e il sogno di cui sono impregnati, potessero fare irruzione nel mondo ed essere osservati mentre prendono vita, mentre si appropriano di nuovi spazi e si radicano all’interno di nuove esistenze. Il mio atto creativo ha preso forma nella costruzione attenta di un esperimento di neo-realismo magico, indeterminato negli esiti. Questa volta non c’era un copione da seguire. Piuttosto la necessità di edificare le condizioni di una detonazione: la voglia di iniettare del combustibile capace di incendiare un potenziale umano meravigliosamente eccentrico.” – Alessandro Michele

Tutti i modelli Gucci coinvolti hanno realizzato le foto della campagna ognuno a casa propria, attraverso degli autoscatti, semplici e diretti, senza tutto quel supporto che di solito è parte integrante nella realizzazione di una campagna pubblicitaria (fotografi, set, hair stylist, make-up artist, etc.).

Scopri Gucci The Ritual qui sotto.  

Il risultato è un’esplosione di sincerità, un’inno alla spensieratezza e alla libertà sottolineata anche da un video associato alla campagna, dove Michele e i modelli cantano e ballano sulle note di “Alright” dei Supergrass.

Gucci The Ritual, la campagna Fall/Winter 2020 2021 di Gucci
Style
Gucci The Ritual, la campagna Fall/Winter 2020 2021 di Gucci
Gucci The Ritual, la campagna Fall/Winter 2020 2021 di Gucci
1 · 8
2 · 8
3 · 8
4 · 8
5 · 8
6 · 8
7 · 8
8 · 8
Lo splendido editoriale di BRUTUS per la Fall 2020 di Dior

Lo splendido editoriale di BRUTUS per la Fall 2020 di Dior

Andrea Tuzio · 5 giorni fa · Style

Scattato a Tokyo prima del lockdown che ha coinvolto anche il paese del Sol levante, l’editoriale di BRUTUS Magazine ci presenta alcuni dei nuovi item della collezione Fall 2020 di Dior in collaborazione con Shawn Stüssy. Alcuni item sono già acquistabili sul sito della maison francese come le sneaker B23 High-Top, la polo e le T-shirt oversized DIOR AND SHAWN, la bandana e la cravatta DIOR AND SHAWN, la saddle bag e la saddle pouch caratterizzate da una rivisitazione stilizzata del logo Dior Bee.

Realizzato dal fotografo Nikolai von Bismarck, l’editoriale celebra la collaborazione tra Kim Jones e Shawn Stüssy in un contesto unico ed evocativo come quello di una classica casa giapponese.

La collezione completa Fall 2020 DIOR AND SHAWN sarà disponibile in store a livello globale a partire dal 12 giugno.

Lo splendido editoriale di BRUTUS per la Fall 2020 di Dior
Style
Lo splendido editoriale di BRUTUS per la Fall 2020 di Dior
Lo splendido editoriale di BRUTUS per la Fall 2020 di Dior
1 · 1
Altri articoli che consigliamo